Grazie a tutti!

Biagio Antonacci

W Giannino!
Si suona, si gode… e si passa l’estate! Biagio Antonacci, Cantautore.

Guido Fiorini

La stagione vera all’Elba inizia quando apre Giannino, a metà giugno. È così da più di trent’anni, da quando la musica dal vivo la respiravi insieme alla polvere delle Solane. Allora capitava di ascoltare Irene Grandi e Alex Baroni, fra la gente sotto agli alberi incontravi Beppe Grillo e Federica Panicucci. Ora, allo Zuffale, nel nuovo locale la stella indiscussa è Nicola Mei, pellaccia sarda e cuore all’Elba, e l’ospite d’onore spesso è Biagio Antonacci, ma l’atmosfera è la stessa, la musica sempre dal vivo, il profumo del mirto ti avvolge già quando sali le scale. Poi c’è il sorriso di Giannino, che ti accoglie. E noi innamorati dell’Elba ci sentiamo a casa. Guido Fiorini, giornalista del giornale “il Tirreno”.

Francesco Costa

“Giannino Live Music” meta fissa delle mie estati elbane. Unico nel suo genere, ospita grandi artisti che si esibiscono dal vivo, creando un’atmosfera coinvolgente, in un’ambiente spazioso con una bella clientela ed il personale sempre gentile. Francesco Costa, atleta campione d’Europa con la nazionale italiana di Bob.

Giovanni Cacioppo

Frequento l’isola d’Elba da diversi anni, ma mi sono sempre dedicato al suo splendido mare ed alla costa.
Qualche anno fa,  una sera mi feci trascinare da un amico a bere qualcosa da un certo Giannino.
Fu amore a prima vista, un locale grande accogliente e fresco, dove la prerogativa era la musica live. Ormai è rarissimo trovare ancora locali che fanno il live.
Giannino ci riesce e  bene, gruppi bravi, gente che è li la sera ad aspettare il suo artista preferito.
Si balla, si beve e si chiacchiera in un bell’ambiente in buona compagnia 3 coccolati dall’insuperabile Giannino. Chissà quante belle serate mi sono perso.
Giovanni Cacioppo, cabarettista.

Davide Lepore

Descrivere 30 anni di emozioni musica e amicizia in poche parole è difficile… ma l’ho appena fatto!!! Giannino Live Music? Emozioni uniche , musica dal vivo di grande qualità e amicizia vera!!! Giannino… un Gin Fizz!
Davide Lepore, attore, regista, doppiatore.

Pago

C’è solo un posto dove ti senti veramente libero, dove puoi imbracciare la tua chitarra e dire: ora suono ciò che mi sento dentro. E lo fai con così tanta passione che anche per chi ha il piacere di ascoltare, risulta essere speciale. Quel posto e’ casa tua! Ecco, il Giannino Live Music e’ da sempre la casa di chi, come me, e’ cresciuto facendo il cantante menestrello e lui, Giannino, o come lo chiamo io “Giannino Carasau”, e’ quel padrone di casa che all’occorrenza diventa padre, fratello maggiore, amico e ti regala un pezzo di cuore e tu sei a casa tua. Grazie Giannino, ti voglio bene!
Pacifico Settembre (Pago), Cantautore.

Ubaldo Pantani

“Andare in vacanza all’Isola d’Elba e non passare da questo locale, non è possibile, bisogna andare anche solo una sera, per salutare quel sireno del proprietario, che è Giannino.
Codino, camicia bianca, lineamenti da indiano, uno degli ultimi dei Mohicani delle movida italiana, lui è lì che ti aspetta, al varco, con quel suo sorriso saggio e cortese, profondo e lungimirante.

Bisogna passare, anche solo una sera, per sentire quella musica, dal vivo, suonata e sudata da musicisti bravissimi, dal mitologico Nicola Mei, un uomo, una chitarra. E una birra. Nicola e il suo sciame abbronzato di fans in delirio, generazione dopo generazione, mascara dopo mascara. Insomma se vai all’Elba bisogna passare da Giannino. Perchè il fascino di quel locale è senza tempo. Certo, il vecchio locale era un’altra cosa ma anche il nuovo, un’astronave piazzata in un ranch ai bordi di una strada, Giannino è riuscito incredibilmente a trasformarlo con stile e gusto, in un posto ganzo. Dove anche quest’anno spero di tornare per fare l’official assistant bartender cleaner desk  ovvero levatore di bicchiere dal banco e per cazzeggiare con amici vecchi e nuovi (quest’anno cantiamo pure, Nicola. Promesso!). LUNGA VITA GIANNINO LIVE MUSIC!”
Ubaldo Pantani, imitatore, Cabarettista (Mai dire goal, quelli che il calcio).

Francesco Villa

Giannino, il locale più bello dell’isola d’Elba! L’ho scoperto una volta per caso, dopo uno spettacolo,… Non volevo più andar via! Un’atmosfera davvero unica, bella musica, bella gente, un posto davvero fantastico. Non vedo l’ora di tornare a trovare il mio amico Giannino! Francesco Villa, Cabarettista (Ale e Franz).

Serena Roberti

Giannino per me è casa. L’anno in cui ci sono capitata per la prima volta, mi è piaciuto talmente tanto che ho pensato: io devo lavorare qui, almeno ci vengo tutte le sere! Avevo 22 anni, studiavo Lingue all’università e non avevo mai portato un bicchiere al tavolo in vita mia, né stappato una bottiglia (ammetto che coi tappi ho ancora qualche problema!).
Ma ero affascinata da quel luogo fuori dal mondo. Perché la gente di Giannino non la trovi in nessun altro posto. E si creano legami speciali. Sarà l’atmosfera, sarà la sensazione di ‘famiglia’, sarà l’attenzione per gli ospiti, sarà che si beve un gran bene, sarà che c’è Nicola Mei che suona fino al mattino (bisogna chiamarlo così, tutto attaccato, altrimenti non vale).
Ecco, il suono. La musica. Da Giannino, puoi anche entrare coi tuoi problemi, ma stai certo che uscirai cantando a squarciagola.
Io, d’altronde, ci sono entrata che quasi non sapevo chi fossero i Rolling Stones.
E oggi sono una giornalista. Di cosa scrivo? Di musica. Se non è amore questo… Grazie Giannino!
Serena Roberti, freelance journalist GIOIA/LA FRECCIA/SILHOUETTE/E20.

Chiara Lorenzutti

“Ho conosciuto Giannino prima ancora di varcare la soglia del suo locale. Incuriosita dai racconti entusiastici di chi ci era stato ho deciso di andarci Ho riconosciuto subito in quell’uomo abbronzato, dai capelli lunghi e dallo sguardo intenso il padrone di casa. Mi ha accolta con un caloroso benvenuto che sin da subito mi ha fatta sentire parte di quel mondo. Giannino è questo: un luogo magico come una notte d’estate ed inebriante come la musica che tanto amo.Un luogo che mi è entrato nel cuore ed è diventato la colonna sonora delle mie estati”, Chiara Lorenzutti, conduttrice radiofonica di Radio Zeta l’Italiana.

Ci dispiace ma per quest'anno il locale rimarrà chiuso.